5-16 ANNI

“Sollevati dai compiti per risollevare il senso di sé!“

mother-talking-to-smiling-son-PTYXSQ6

COSA FACCIAMO

Il servizio prevede una presa in carico globale, che operativamente coinvolge il bambino, la famiglia e la scuola attraverso i seguenti interventi coordinati e attivati durante tutto il percorso in modo parallelo e condiviso, sotto la guida costante del clinico di riferimento il cui compito è definire, coordinare e intervenire, in un’ottica lungimirante e specialistica, nelle seguenti aree:   


1 – Accertamento iniziale – screening abilita di base e questionari di autovalutazione. La prima fase ha l’obiettivo di comprendere al meglio quali siano le motivazioni che portano il bambino/ragazzo ad avere le difficoltà individuate dalla scuola o dalla famiglia. Si concretizza attraverso incontri di gruppo ed individuali con lo scopo di arrivare all’elaborazione finale di un profilo funzionale a cui segue un progetto personalizzato di intervento

VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI DA UNO DEI NOSTRI RESPONSABILI?

2 – Sviluppo progetto intervento: si utilizza il compito scolastico come mezzo per il potenziamento delle abilità di apprendimento critiche o lacunose, per l’insegnamento di strategie di studio più efficaci, nell’ottica di un approccio meta cognitivo e strategico al compito. L’intervento è cucito addosso al profilo funzionale dell’alunno e prevede incontri in piccolo gruppo (massimo 4 alunni) due volte la settimana per due ore alla volta. Gli operatori sono professionisti laureati in psicologia con formazione specifica in età evolutiva, nella psicologia scolastica e nell’area della psicopatologia inerente tali contesti (come ad esempio disturbi di apprendimento, disturbi attenzione, disturbi del comportamento, disturbi d’ansia). Si interviene con il bambino/ragazzo con un training sul metodo di studio, personalizzato attraverso strumenti, trucchi e strategie ad hoc e sugli aspetti emotivi relazionali e motivazionali. La cornice del gruppo permette di creare uno spazio in cui ogni utente si sperimenta come uno scolaro diverso, più competente e in cui vengono disinnescati i circoli viziosi e negativi e promossi, allenandoli, circoli virtuosi e più efficaci. L’obiettivo del lavoro è far sentire l’utente più funzionale, più soddisfatto e aumentare il senso di auto efficacia percepito tutti i giorni nella quotidianità scolastica.

crayons-1445053_1920

VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI DA UNO DEI NOSTRI RESPONSABILI?

This image has been resized with Reshade. To find out more visit reshade.com

3 – Riabilitazione funzionale cognitiva: laddove gli screening di entrata evidenzino criticità nelle funzionalità di base, si intraprende un percorso individualizzato di potenziamento della funzione specifica carente: cognitiva, attentiva, degli apprendimenti ed autoregolativa. Il progetto di trattamento prevede modalità e strumenti riabilitativi specifici (cartacei e software), e si effettua attraverso cicli di potenziamento individuali. Il trattamento è basato su interventi tesi a potenziare aree dell’apprendimento scolastico in difficoltà o nelle quali sono stati identificati dei disturbi specifici. Parallelamente, si supportano il senso di auto-efficacia e la motivazione all’apprendimento. L’efficacia dell’intervento specifico viene inoltre valutata regolarmente, a livello sia qualitativo che quantitativo. 

4 – Supporto genitoriale: è un percorso rivolto ai genitori per trovare nuove e più funzionali strategie psicologiche ed educative, per comprendere con chiarezza il tipo di difficoltà del figlio ed accettarne i vari risvolti, attivare una comunicazione ed una condivisione costante degli obiettivi che si intendono raggiungere e con quali modalità. CRESCO si pone come mediatore tra le istituzioni scuola e famiglia che spesso sono in conflitto, allo scopo di creare obiettivi comuni e strategie condivise d’intervento educativo.

VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI DA UNO DEI NOSTRI RESPONSABILI?

5 – Lavoro di condivisione di obiettivi e scambio di professionalità con gli insegnanti: ha lo scopo di creare una rete di intervento coerente e di canalizzare l’investimento delle energie verso obiettivi specifici e condivisi. Attraverso ciò l’alunno sperimenta un senso di auto efficacia ed incrementa la motivazione scolastica e l’autostima personale. Ci si propone di creare un linguaggio comune e condiviso tra tutti gli agenti educanti che ruotano intorno al ragazzino in difficoltà scolastica.

6 – Potenziamento post scolastico estivo: attività estiva mirata al potenziamento del metodo di studio, al potenziamento di funzioni cognitive specifiche (lettura, scrittura, attenzione ecc.) e lavoro specifico su aspetti emotivi, relazionali e motivazionali. Il lavoro si svolge durante la mattinata 8.30-13 e comprende attività in piccolo gruppo (massimo 4 utenti per gruppo). Si prevede, come per l’anno scolastico, l’utilizzo dei compiti estivi come mezzo per allenare funzioni e modalità di approccio al compito a cui si associano attività (anche in gruppo più ampio) di potenziamento di abilità sociali, intelligenza emotiva, consapevolezza di sé.

This image has been resized with Reshade. To find out more visit reshade.com

VUOI AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI DA UNO DEI NOSTRI RESPONSABILI?

kids-1093758_1920

7 – Diagnosi funzionale completa: nei casi in cui il primo screening risulti critico o  la fase del progetto lo richieda, si attua una diagnosi completa con la stesura di una relazione diagnostica che definisca un profilo funzionale del ragazzino per orientare ancor meglio il progetto.


I compiti si svolgono in ambiente non giudicante  e caldo emotivamente che offre la possibilità di costruire nuove modalità di approccio allo studio più efficaci e personalizzate che determinano soddisfazione e benessere all’alunno e a tutto il nucleo familiare.